Info turistiche Valle d'Itria...
Ceglie Messapica

ceglie messapica città dei messapi
« Indietro Play/Stop Avanti »

   STORIA:
Il passato di Ceglie risale alle epoche precedenti la venuta di Cristo, da un mitico re di Creta, approdato in Sicilia al comando di schiere cretesi per vendicare la morte di Minosse. Il re approdò sulle coste del Salento nell’antica Kailia, nome primordiale di Ceglie. Secondo altri autori un popolo venuto dall'Oriente in Puglia , quello dei Pelasgi - fondò le antichissime mura e le costruzioni, formate da grossi blocchi di pietra, chiamate Specchie. Il nucleo urbano della città si estendeva ai piedi di un colle, chiuso da possenti mura di pietre, dette Paretone, di cui si conservano poche tracce; la zona abitata occupava approssimativamente l'area in cui si trova oggi la Stazione delle Ferrovie Sud-Est. In cima, dove è ubicato il Castello Ducale, si trovavano gli edifici pubblici ed i templi delle divinità più importanti. Fuori le mura erano meta di pellegrinaggi delle genti messapiche due celebri santuari dedicati ad Apollo - dove ora sta la chiesa di San Rocco ed a Venere, sulla collina di Montevicoli. Divenuto un centro ricco e fiorente Ceglie, come capitale militare della Messapia quella politica era la vicina Oria dovette combattere dure guerre contro la potente Taranto che, per ragioni commerciali e di prestigio politico, voleva ottenere uno sbocco sul mare Adriatico, nella fascia costiera tra Egnatia e Càrbina, sottoposta alla giurisdizione messapica di Ceglie e di Oria. Roma assoggettò la Penisola, anche Ceglie, ormai decaduta, passò sotto il suo dominio e fu da essa assimilata. Nelle campagne intorno a Ceglie, i monaci italo-greci fondarono dei grandi monasteri, di due dei quali restano notevoli testimonianze: l'abbazia di S. Anna, alla periferia dell'odierno abitato, e la chiesa della Madonna della Grotta, sulla vicinale per Francavilla Fontana. Alla fine dell’800 durante il nuovo Regno Sabaudo conobbe un periodo di fervore di cui sono testimonianza le opere e i monumenti realizzati in quegli anni: S. Gioacchino, il Macello comunale, S. Rocco, il Cimitero, il Teatro Comunale, il Convento dei PP. Passionisti e la Torre dell'Orologio nella Piazza Plebiscito.

   COSA VISITARE:
Castello dell’11° secolo con annessa enorme piazza con Torre;
Chiesa di San Leucio, contenente meravigliosi arredi ed addobbi del 17° secolo ed un prezioso pulpito in legno intagliato;
• Le meravigliose Grotte di Montevicoli di origine carsica.

........Buon divertimento e Buon viaggio!!!!


Informazioni turistiche per la tua vacanza in Puglia...

    ... per pianificare il vostro soggiorno e rendere piú piacevole la vs. permanenza. Luoghi da visitare, calendario degli eventi in Puglia, artigianato, eno-gastronomia ... ecc ecc.....